Trattamenti

CBT – Terapia Cognitivo Comportamentale (Cognitive-Behaviour Therapy)

La Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) è un trattamento psicologico di provata efficacia soprattutto per alcuni disturbi emotivi: ansia (e i suoi vari sottotipi: disturbi di panico, fobia sociale, ansia generalizzata, disturbo ossessivo compulsivo, disturbo post-traumatico da stress) e depressione. E’ stata, inoltre, dimostrata una particolare efficacia anche per la cura dei traumi.  

Quando si dice che la terapia cognitivo-comportamentale è efficace si intende che essa è stata testata in studi scientifici controllati dotati della stessa rigorosità di quelli effettuati per le terapie farmacologiche.

 

REBT – Terapia Razionale Emotiva Comportamentale (Rational Emotive Behavior Therapy)

La Terapia Razionale Emotiva Comportamentale (REBT) è adatta ed efficace per disturbi legati all’ansia, tono dell’umore basso, disturbi della condotta (come il DOP – Disturbo Oppositivo Provocatorio), Disturbo Ossessivo Compulsivo, difficoltà nella regolazione delle emozioni

La REBT è un metodo diretto ed efficace di risoluzione dei problemi. Lo scopo finale della REBT è accettare la paura più grande posseduta e imparare a convivere con essa, gestendola senza criticarla o rifiutarla. 
Molto utilizzata nell’ambito dell’infanzia e dell’adolescenza, l’Educazione Razionale Emotiva favorisce una crescita affettiva armonica nel bambino. In tal modo lo rende in grado di realizzare in pieno le proprie potenzialità e il proprio benessere, acquisendo la consapevolezza delle proprie emozioni e dei meccanismi mentali sottostanti. Inoltre gli consente di apprendere procedure efficaci a fronteggiare in modo costruttivo le difficoltà che può incontrare nell’ambiente scolastico e familiare.

 

TMI – Terapia Metacognitivo interpersonale

La Terapia Metacognitiva Interpersonale (TMI) è nata per adattare i modelli di terapia cognitiva alla cura dei pazienti con disturbi di personalità

La TMI mira a migliorare la metacognizione, cioè la capacità di comprendere i pensieri, le emozioni, le cause psicologiche dei propri comportamenti disfunzionali, promuovere e affinare la capacità di capire cosa gli altri pensano, provano e cosa li muove ad agire, per promuovere modi di relazionarsi più funzionali.

 

DBT – Terapia Dialettico Comportamentale (Dialectical Behavior Therapy)

La Terapia Dialettico Comportamentale (DBT) è un trattamento cognitivo comportamentale originariamente sviluppato per soggetti con condotte parasuicidarie o suicidarie e in seguito applicato a soggetti con Disturbo di Personalità Borderline, mostrando efficacia soprattutto nella riduzione dei comportamenti autolesivi e suicidari, del ricorso all’ospedalizzazione, dell’abbandono delle cure, dell’abuso di sostanze, e nell’incremento delle abilità psicosociali e di regolazione emotiva. 

Nel corso del tempo la terapia dialettico comportamentale standard si è adattata anche ad altre condizioni psicopatologiche in cui la disregolazione emozionale gioca un ruolo importante, quali i Disturbi dell’Alimentazione (Anoressia, Bulimia, Binge Eating), la Dipendenza da Sostanze e da Alcol, la suicidalità nell’adolescenza, la Depressione resistente al trattamento.

 

EMDR – Desensibilizzazione e Rielaborazione tramite Movimenti Oculari (Eye Movement Desensitization and Reprocessing)

La Desensibilizzazione e Rielaborazione tramite Movimenti Oculari (EMDR) mira a ridurre la vividezza e carica emotiva delle memorie traumatiche attraverso una stimolazione bilaterale attuata con movimenti oculari.  

È un trattamento psicoterapico che si focalizza sul ricordo delle esperienze disturbanti traumatiche che possano aver contribuito al disturbo.  

L’efficacia dell’EMDR è supportata da molta ricerca scientifica; pertanto, il trattamento viene indicato dalle più note linee guida internazionali come uno dei trattamenti di elezione per il PTSD (Disturbo da Stress Post Traumatico).

 

Psicoterapia Sensomotoria (Sensorimotor)

La Psicoterapia Sensomotoria interviene sulla fisiologia del trauma, sulla disregolazione del sistema nervoso e sulla sofferenza a essi associata. 

È un approccio psicoterapeutico integrato in cui i principi della terapia orientata al corpo, delle neuroscienze e la teoria dell’attaccamento si uniscono in un composito ed efficace metodo di trattamento del trauma. 

Allo stato attuale la Psicoterapia Sensomotoria rappresenta un trattamento specifico per il Disturbo Post-traumatico da Stress (PTSD), per i disturbi post-traumatici complessi e i disturbi relativi allo sviluppo e alla storia di attaccamento del paziente. 

 

Tecniche di Rilassamento

Le tecniche di rilassamento consistono in azioni volontarie per regolare e gestire gli stati di ansia e di stress. Sono tecniche che hanno come obiettivo quello di alleviare l’individuo dalla tensione e ristabilire il suo equilibrio psicofisiologico.  

Le tecniche di rilassamento mirano principalmente all’apprendimento di strategie di riduzione dell’ansia e dell’attivazione psicofisiologica, ma producono anche un effetto cognitivo molto importante: aumentano autostima e senso di efficacia personale, favorendo la consapevolezza del fatto che le proprie risposte corporee sono almeno in parte controllabili.

 

Mindfulness

La Mindfulness (o Pratica della Consapevolezza) consiste nel prestare attenzione, momento per momento, al presente, intenzionalmente e in modo non giudicante. 

Questa pratica favorisce il lenire della sofferenza interiore e permette di raggiungere una maggiore accettazione di sé attraverso la consapevolezza della propria esperienza fatta di: sensazioni, percezioni, emozioni, e pensieri. 

Molti studi e ricerche scientifiche hanno dimostrato l’efficacia dei gruppi di Mindfulness nel trattamento di problematiche quali: la depressione, gli stati d’ansia, il rimuginio, lo stress, i disturbi del comportamento alimentare, dell’immagine corporea, i disturbi da somatizzazione

Le persone che presentano questi problemi possono sviluppare un atteggiamento nuovo: possono prendersi cura del corpo e della mente, sviluppando la capacità di stare nel presente, imparando a gestire i momenti difficili, dolorosi e di stress in modo più consapevole.

 

E/RP – Esposizione con Prevenzione della Risposta (Exposure and Response Prevention)

Nell’Esposizione con Prevenzione della Risposta (E/RP) per vincere l’ansia legata alle ossessioni si viene esposti agli stimoli senza i rituali comportamentali.  

È la tecnica con maggior efficacia misurata, e dunque di prima scelta nelle linee guida internazionali, nella terapia del Disturbo Ossessivo-Compulsivo e di altri disturbi d’ansia (ad esempio, nel Disturbo di Panico). 

Molti studi evidenziano come l’efficacia della E/RP nella riduzione o scomparsa dei sintomi, si mantenga stabile nel tempo per la maggior parte dei pazienti che completano con successo il trattamento. 

Attraverso l’esposizione diretta alla minaccia, il paziente impara ad accettare un livello di rischio maggiore che comporta un minore investimento nell’attività preventiva (rituali) e una minore resistenza al cambiamento delle assunzioni di minaccia, esperendo che l’ansia si placa anche senza eseguire i rituali. Questo cambierà gradualmente la valutazione del pericolo e attenuerà l’ansia.

 

Schema Therapy

La Schema Therapy offre un approccio innovativo ed efficace per il trattamento di pazienti con disturbi d’ansiadepressionedisturbi alimentariproblemi di coppia, prevenzione delle ricadute relativamente ai disturbi da abuso di sostanze e in particolar modo per i disturbi di personalità.  

L’efficacia della Schema Therapy sui Disturbi di Personalità è stata ampiamente dimostrata ma, la Schema Therapy è stata applicata, con preliminari prove di efficacia, anche al trattamento dei sintomi depressivi e in particolare della depressione cronica.  

Anche nella terapia con i bambini e gli adolescenti è possibile applicare la Schema Therapy. 
Importante risulta essere anche il lavoro con i genitori. In Schema Therapy si usa l’espressione coaching genitoriale per indicare una forma di consulenza sullo sviluppo del bambino e sulla comprensione di come i propri schemi possano colludere con gli schemi dei figli. I genitori sono guidati anche verso l’individuazione dei propri schemi maladattativi, e il comportamento problematico del figlio potrà essere visto anche come sintomo derivato dall’esistenza di schemi e mode disfunzionali in famiglia. 

 

ACT – Terapia dell’Accettazione e dell’Impegno (Acceptance & Commitment Therapy)

L’Acceptance and Commitment Therapy (Terapia dell’Accettazione e dell’Impegno) è una forma di psicoterapia cognitivo comportamentale, basata su evidenze sperimentali, che usa strategie esperienziali di accettazione e mindfulness, insieme a strategie di impegno nell’azione e modificazione del comportamento, al fine di incrementare la flessibilità psicologica.  

Ad oggi sono disponibili numerosi studi di efficacia (RCT – Randomized Controlled Trials) che mostrano come l’ACT sia efficacia in diverse aree di disagio psicologico, ad esempio nell’ambito di ansiadepressioneproblematiche relazionalidipendenze, problematiche legate al dolore cronico

 

CFT – Terapia Focalizzata sulla Compassione (Compassion Focused Therapy)

La Terapia Focalizzata sulla Compassione (CFT) nasce con il preciso scopo di aiutare persone con alti livelli di autocritica e vergogna. Spesso una delle maggiori difficoltà che i pazienti incontrano è la generazione di pensieri connotati da calore e gentilezza rispetto a sé e agli altri. Essi mantengono uno stato mentale autocritico incolpandosi per la loro condizione, un atteggiamento che tende ad acuire la sofferenza ed esacerbare i sintomi.  

L’obiettivo della terapia focalizzata sulla compassione è di mettere in condizioni la persona di sviluppare la compassione verso sé stesso, di sviluppare un atteggiamento di apertura verso gli altri e promuovere la capacità di rispondere in modo compassionevole alle avversità. Numerosi studi indicano come le abilità di compassione possano essere apprese e imparate. 

Ad oggi un consistente numero di studi evidenzia come la self-compassion si associ alla diminuzione di sintomi psichiatrici, minori livelli di ansia e depressione e, in generale, ad un miglioramento del benessere psicologico. Attualmente la CFT è utilizzata per il Disturbo Post Traumatico da Stress, le psicosi, i disturbi dell’umore, i disturbi alimentari, il dolore cronico.

 

Training assertività

Il Training di Assertività, che utilizza una serie di tecniche cognitivo comportamentali, può essere concettualizzato come una parte del training sulle abilità sociali, che in generale intende favorire la riduzione di qualsiasi inibizione dovuta all’ansia e insegnare specifiche competenze per sviluppare un funzionamento sociale più efficace. 

L’assertività è quella competenza relazionale che permette di riconoscere le proprie emozioni e bisogni e di comunicarli agli altri, mantenendo, allo stesso tempo, una positiva relazione con gli altri; è la legittima espressione dei propri diritti, interessi, sentimenti e convinzioni evitando la violazione o negazione dei diritti altrui. 

Il training di assertività e quello di abilità sociali sono applicati in vari ambiti clinici, soprattutto per il trattamento dell’ansia sociale, della depressione, della schizofrenia, dei problemi di coppia, del disturbo ossessivo-compulsivo, della dipendenza da sostanze, dell’agorafobia, dei disturbi sessuali, del disadattamento sociale nei bambini. 

 

Parent Training

È un percorso di formazione e informazione (training) su tematiche specifiche rivolte ai genitori (parent). In presenza di disturbi comportamentali in età evolutiva, vengono effettuati interventi clinici integrati che coinvolgono i genitori come elemento attivo nel trattamento. Il parent training ha come finalità la collaborazione attiva dei genitori attraverso apposite procedure di formazione e addestramento. Si fonda sulla teoria dell’apprendimento sociale ed è stata sviluppata per bambini non cooperativioppositivi, con disturbi della condotta e disturbi da deficit d’attenzione e iperattività. Ad oggi è suggerita in un gran numero di trattamenti in età evolutiva. 

Gli obiettivi generali dell’intervento di parent training sono: informare, formare e aiutare i genitori nella gestione dei propri figli.